.
Annunci online

  libermente [ libri, arte, attualità ed altro ... tutto visto da me ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


WITTGENSTEIN: il mio padre blog (anche se non lo sa)
BARBABLOG di Daria Bignardi
SELVAGGIA
MACCHIANERA
MANTEBLOG
DAVEBLOG
FREDDY NIETZSCHE
DAGOSPIA
Castenaso Forever
Garbo
Luporfeo
MelaMelinda
Grooming
SantaOpposizione
Pazzo per Repubblica
Aislinn
Coffee
Rip
>>DisSensi<<
IN THE NEWS
La Repubblica
La Stampa
Corriere della Sera
Internazionale
Il Foglio
Internation Herald Tribune
Le Monde
MISCELLANEOUS
Fa sempre bene comprare un buon libro/1
Fa sempre bene comprare un buon libro/2
Will&Grace, Gilmore Girls&company: il mio sito preferito sui tf
Tutte le news sul satellite e sul digitale terrestre (AGGIORNATISSIMO!)
L'evoluzione delle grafiche televisive inglesi dalla BBC a SKY (IN INGLESE)
Che mondo sarebbe senza Mtv!?!
WIKIPEDIA (IT)
WIKIPEDIA (EN)
WIKIPEDIA (FR)
WIKIPEDIA (ES)

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


23 settembre 2008

Concert with an attitude

Domenica 21 settembre, ore 21:30 circa. Se non siete in cerca di emozioni forti, allora meglio non entrare allo Stade de France di Parigi, perchè il concerto di Madonna che sta per iniziare non fa per voi. Luci mirabolanti, scenografie imponenti, coreografie a perdifiato, musiche che pompano ad altissimo volume. Ma soprattutto una performer che non scende mai dal palco, balla come una ragazzina nonostante il suo mezzo secolo di vita, non sta ferma un secondo, salta la corda, fa la lapdance, danza alla zingaresca e si fa pure un bicchierino.
Tutto questo è lo Sticky&Sweet Tour. Tutto questo è Madonna, naturalmente, e nessuno come lei potrebbe dare tanto in scena. Certo, qualcosa nel bilancio generale dello show deve essere intaccato da tanta poliedrica e atletica fisicità: e allora ecco i numerosi playback (a volte palesi, a volte mal celati), un ritmo che alla lunga risulta troppo frenetico, alcune esibizioni un po' carenti come quella di Borderline, in cui cerca di cantare senza base ma non le riesce proprio benissimo (invece quando poi canterà You Must Love Me da "Evita" la voce reggerà un po' meglio). Ma di certo non siamo venuti a questo concerto perchè riteniamo che Madonna abbia la voce più potente e bella al mondo, anzi forse non saremmo proprio qui se fosse per quello.
Di Madonna in concerto colpisce infatti l'irrefrenabilità, la grande presenza scenica, lo sforzo per essere e darsi al massimo. Nel suo mondo tutto è eccessivo, colorato, sovradimensionato. E tutti noi a osservarlo incantati come di fronte a un imprevedibile, fantastico circo pop.
Lo show si apre energicamente con Candy Shop e Beat Goes On: la diva fa la sua entrata in scena su di un trono tempestato di diamanti e con un costumino dal taglio inguinale vertiginoso. Ad un certo punto sbuca fuori perfino una limousine bianca. Si passa poi per Human Nature (nelle screen projections appare pure Britney Spears), una versione remixata di Vogue con passaggi di "4minutes" e "Give it 2 Me" (carina, ma non tanto da essere convincente per i veri fan di Madonna), un bel interludio con Die Another Day, e ancora Into the Groove, Heartbeat, She's Not Me (con in scena quattro incarnazioni passate della cantante) e Music, mentre tutto lo stadio si trasforma in una irrefrenabile discoteca viola.
Ci si calma un po' con una bella versione acustica di Devil Wouldn't Recognize You, ma il ritmo aumenta di nuovo con Miles Away (canzone che devo rivalutare rispetto a quello che ne pensavo ascoltanto l'album) e Spanish Lessons. Ed ecco finalmente una delle parti migliori e più curiose dello show e cioè la versione gypsy de La Isla Bonita, mixata con "Lela Pala Tute" ed eseguita con i pupilli Gogol Bordello (anche se mi dicono, i veri intenditori, che la performance fosse esattamente identica a quella data al "Live Earth" del 2006).
Da qui in poi il concerto va un po' in calando, a cominciare dal solito montaggio di immagine politiche, Get Stupid, condivisibile sì, ma non altro che un copia-incolla del "Sorry Rmx" durante il Confessions, e dalle versioni rockeggianti, anch'esse già viste, di Ray of Light e Hung Up; fa anche 4Minutes ma è una canzone che non piace tanto ai fan che non la riconoscono come un prodotto degno di Madonna e infatti il pubblico non partecipa più di tanto; unica eccezione in termini di qualità verso la fine è Like a Prayer, che resta sempre una canzone coinvolgente ed appassionante come nessun'altra.
La chiusura è affidata, come poteva essere altrimenti?, a Give It 2 Me che dà un'ultima ventata di vitalità e brio ad uno show molto bello, ma non fra i migliori della cantante.
Certo ne valeva la pena. Certo è stato il primo grande concerto della mia vita. Certo sono state due ore di divertimento e di grande coinvolgimento emotivo. Certo siamo stati sottoposti a una dose massiccia e meravigliosa di pop puro e concentrato. Certo lei è sempre la nostra Madonna.
Ma, ascolta noi che ti vogliamo bene, cara Madge, la prossima volta meno roba commercialotta e più cose un po' ricercate. Meno sudore, più spessore.
Ti aspettiamo fra due anni. A Parigi. In forma come sempre.

 

 

 

 


sfoglia     agosto        ottobre

      

 
 


NOW ONLINE

hit counters



.......LIBER ENDORSES..........
Obama (
*)
Zapatero (
*)
Veltroni (
*)
Fracasso (*)

............LIBERLIST................

Inizia la collaborazione con il mensile Corriere Vicentino per la rubrica Liberlist.
03/08 (*) - 04/08 (*) - 05/08 (*) - 06/08 (*) - 07/08 (*) - 09/08 (*) - 10/08 (*) - 11/08 (*) - 12/08 (*)




............DISSENSI.................
La quinta, nuovissa edizione inizia il 28 febbraio 2009. Il tema di quest'anno è: Razza Bastarda. Il blog con tutti gli aggiornamenti sul tema e gli eventi in cartellone è
qui.


..........LIBER MUSIC..............
Madonna Live in Paris 21.09.08 (*)
Coldplay Live in Milan 30.09.09 (*)


....LIBER RECOMMENDS........


null (*)

La Jolanda furiosa (*)

Finale aperto. Vita scritta da se stesso  (*)

Day & Age (*)

Alla mia età (*)

P.S. I love you (*)

....CHANGE THE WORLD........
Green Life: Live Earth (
*)
Aids: Staying Alive (
*)
Millenium Campaign: End Poverty 2015 (
*), Mtv No Excuse 2015 (*)
Praying for Burma: Aung Suu Kyi (
*), Burma Campaign (*)
Diritti umani: Amnesty International (
*)