.
Annunci online

  libermente [ libri, arte, attualità ed altro ... tutto visto da me ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


WITTGENSTEIN: il mio padre blog (anche se non lo sa)
BARBABLOG di Daria Bignardi
SELVAGGIA
MACCHIANERA
MANTEBLOG
DAVEBLOG
FREDDY NIETZSCHE
DAGOSPIA
Castenaso Forever
Garbo
Luporfeo
MelaMelinda
Grooming
SantaOpposizione
Pazzo per Repubblica
Aislinn
Coffee
Rip
>>DisSensi<<
IN THE NEWS
La Repubblica
La Stampa
Corriere della Sera
Internazionale
Il Foglio
Internation Herald Tribune
Le Monde
MISCELLANEOUS
Fa sempre bene comprare un buon libro/1
Fa sempre bene comprare un buon libro/2
Will&Grace, Gilmore Girls&company: il mio sito preferito sui tf
Tutte le news sul satellite e sul digitale terrestre (AGGIORNATISSIMO!)
L'evoluzione delle grafiche televisive inglesi dalla BBC a SKY (IN INGLESE)
Che mondo sarebbe senza Mtv!?!
WIKIPEDIA (IT)
WIKIPEDIA (EN)
WIKIPEDIA (FR)
WIKIPEDIA (ES)

cerca
letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


27 marzo 2009

Qualcosa si muove

"La Federazione nazionale della stampa (il sindacato dei giornalisti) e gli editori (Fieg) hanno firmato nella notte l'ipotesi di accordo per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro giornalistico, scaduto da quattro anni e 27 giorni.
Lo hanno detto due diverse associazioni della Fnsi, aggiungendo che l'ipotesi di accordo avrà validità dal primo aprile 2009 fino al 31 marzo 2013 per la parte normativa e fino al 31 marzo 2011 per la parte retributiva.
L'ipotesi di accordo, sulla quale le parti forniranno dettagli nella giornata di oggi, prevede fra l'altro un aumento di 265 euro per il redattore ordinario diviso in due tranche, gli scatti di anzianità (biennali col vecchio contratto) matureranno ogni biennio per i primi tre aumenti periodici, e ogni triennio di anzianità per gli aumenti periodici successivi al terzo.
Il rapporto di lavoro con direttore, condirettore e vicedirettore potrà essere risolto dall'azienda anche in assenza di giusta causa o di giustificato motivo." (Reuters)



20 marzo 2009

The ice was there, the ice was there, the ice was all around

{B}La Bignardi debutta su Rai2: un programma artigianale{/B}

Stasera ore 23.40, Raidue


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. daria bignardi l'era glaciale raidue

permalink | inviato da libermente il 20/3/2009 alle 13:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


13 marzo 2009

Col trattino

«Berlusconi: Franceschini catto-comunista. La replica: lui clerico-fascista». E io lombardo-veneto. Ne ho le palle-piene. Andatevene pure a quel-paese.

p.s. La cosa che hanno in comune i due, nel duplice appellativo, è chiara a tutti, no?




permalink | inviato da libermente il 13/3/2009 alle 15:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


10 marzo 2009

Di tutto, di X

Credo che più terribile e insopportabile dei Gemelli Diversi che cantano ci sia solo la conduzione della Perego alla Fattoria 4 e la forfora di Giorgio Melluzzi nei talk show che infesta quotidianamente. Ah, apparte i Gemelli Diversi che parlano, ovviamente.
Anastacia, invece, è come si dice «una persona umana nonastante sia così famosa».
Fiorello un po' giù di tono, però bello che almeno da qualche parte gli abbiano fatto promuovere il suo nuovo show su Sky. Sono ormai giunto alla conclusione che ormai in televisione non è giusto rifiutare una marketta a nessuno, nemmeno a Charles Manson.
Enrico ieri sera ha cantato male, ma i Farias erano nove settimane che volevo togliermeli dalle scatole. Evviva la Ventura, sempre e comunque.



6 marzo 2009

Dimenticavo

Per una serie di impegni e di cose il titolare, qui, si è dimenticato che la settimana scorsa, precisamente il 27 febbraio, il blog compiva quattro anni. Essì, il primo post è stato il 27 febbraio 2005. Sembra passata una vita, e sembra ieri.




permalink | inviato da libermente il 6/3/2009 alle 18:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


5 marzo 2009

Dal 20 Marzo


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. daria bignardi l'era glaciale raidue

permalink | inviato da libermente il 5/3/2009 alle 11:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


3 marzo 2009

Liberlist Gennaio-Febbraio 2009

Sono in ritardissimo con la pubblicazione delle Liberlist, quindi ve ne beccate due in un colpo:


Sei libri fra utopie e distopie
1. Tommaso Moro, Utopia (Laterza) Fatevi portare in questa isola lontana ai limiti del mondo, in cui non esiste proprietà, tutti vivono in pace e comunità, l’oro non vale nulla. E se capite cosa c’entrano le pecore devastatrici che cita Moore all’inizio, vuol dire che siete bravi (e conoscete bene la storia dell’Inghilterra).
2. Tommaso Campanella, La Città del Sole (Feltrinelli) Imprigionato per anni e torturato dall’Inquisizione per via delle sue idee non conformi, questo genio rinascimentale concepisce una società ideale di stampo platonico piena di luce e di speranza, tutta fondata sul culto della Cultura: e non è un gioco di parole.
3. Aldous Huxley, Il mondo nuovo (Mondadori) Nei primi del ‘900 Huxley, grande scrittore inglese spesso dimenticato, descrive un mondo in cui non esistono solo cittadini di serie A o B, ma anche di serie C, di serie D… tutti concepiti in provetta, eugeneticamente. L’unica salvezza sta nei ‘veri’ esseri umani, quelli chiusi in riserva.
4. Ray Bradbury, Fahrenheit 451 (Mondadori) Per chi ama la lettura non c’è scenario peggiore che un futuro senza libri. Questa pietra miliare della fantascienza descrive questo incubo con nitida freddezza e fa capire tante cose: innanzitutto, che bruciare un libro è sempre un crimine fra i più atroci.
5. Philip Roth, Il complotto contro l’America (Einaudi) Roth si cimenta con l’ucronia (parolone neoclassico per indicare saggi o romanzi di “storia alternativa”). Che sarebbe successo se il celebre aviatore Charles Lindbergh, sospettato di simpatie filonaziste, avesse vinto le elezioni del 1940 al posto di Roosevelt? Alleanza con la Germania, violenza antisemita, paura. Realtà alternativa? Molti ci vedono velati riferimenti all’America ai tempi di Bush.
6. Moore-Lloyd, V per Vendetta (Rizzoli) Non un romanzo, ma un graphic novel: un fumetto insomma, ma più strutturato. Un eroe mascherato combatte la sua battaglia per far “esplodere” il regime totalitario che tiene l’Inghilterra sotto la morsa della paura (chiari riferimenti al 1984 di Orwell). Ci sarà un grande botto finale, e nessuno si scorderà più (nemmeno voi) del 5 di novembre.

Sei libri da leggere prima di iniziare…
1. Gustave Flaubert, L’educazione sentimentale (vv. edd.) ...un nuovo amore. Va be’ che l’Ottocento è un secolo un po’ lontano e demodé, ma i sentimenti sono sempre quelli, e poi Flaubert è Flaubert. Ma non fate mai come il povero Frédéric Moreau, mi raccomando.
2. Abbate-Mangiaterra, La trappola. Come banche e finanza mettono le mani sui nostri soldi (e come non farsi fregare dalla crisi) (Piemme) …nuovi risparmi. La crisi è scoppiata solo da un paio di mesi ma di libri che ne parlano ce ne sono già a decine. Questo ha il pregio di essere piuttosto chiaro e fornire consigli pratici. Ammesso che possano servire…
3. Blady-Roversi, Quel poco che abbiamo capito del mondo… (Einaudi) …un nuovo viaggio. Sono la famosa coppia dei ‘Turisti per caso’ in tv, e se c’è qualcuno che il mondo l’ha girato praticamente tutto sono proprio loro. E raccontano diversi luoghi con aneddoti curiosi e simpatici, facendo proprio voglia di partire subito.
4. Nick Hornby, Una vita da lettore (Guanda) …un nuovo libro. Quasi tre anni di letture raccontate da uno degli scrittori culto della generazione dei trenta-quarantenni, il tutto affrontato con leggerezza e ironia. Alla fine di libri consigliati ve ne troverete parecchi, ma anche molti da scartare. Il che è spesso un bene (altro che Liberlist!).
5. Corinne Meyer, Buongiorno pigrizia (Bompiani) …un nuovo lavoro. Un paio d’anni fa questo libro fece scalpore perché metteva in evidenza tutti i modi con cui impiegati vari riuscivano a lavorare il meno possibile. Insomma proprio degli esempi da non seguire… ma voi seguiteli lo stesso.
6. Chuck Palahniuk, Fight Club (Mondadori) …una nuova vita. Se capite che avete sbagliato tutto nella vita e volete cambiarla, evitate di visitare tutti i gruppi di sostegno possibili, di fondare dei club il cui unico intento è picchiarsi a sangue, di bruciarvi la mano con la lisciva, di sdoppiare la vostra personalità. Questo libro vi farà star male, ma poi vi farà stare benissimo: come una perfetta catarsi di inizio anno.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. liberlist libri corriere vicentino

permalink | inviato da libermente il 3/3/2009 alle 21:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


1 marzo 2009

La nostra storia

"Se uno dovesse riassumere in poche righe gli ultimi quindici anni di storia politica italiana potrebbe dire questo: il più caro amico di uno dei leader che simboleggiò la corruzione della classe politica del paese diventò l'uomo più ricco, l'imprenditore più famoso, il premier più amato, il leader del partito più votato; il segretario dell'ex partito neofascista diventò presidente della camera, terza carica dello stato; uno dei dirigenti dello stesso partito fu eletto sindaco della capitale; l'opposizione fu sciolta in modo democratico e le venne affidato il compito di autodistruggersi; gli ultimi dirigenti di quello che fu il più grande partito comunista dell'Europa occidentale lasciarono spontaneamente la guida a un uomo della Democrazia cristiana, il loro avversario storico; il resto della sinistra si divise così tante volte che alla fine raggiunse proporzioni omeopatiche; a raccoglierne l'eredità fu soprattutto un magistrato; intanto in tutto il paese si diffuse il fenomeno delle ronde. Ma è quello che venne dopo che fa paura."
Da "La Settimana" di Giovanni De Mauro su Internazionale di questa settimana (n°784, anno 16)


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. giovanni de mauro internazionale

permalink | inviato da libermente il 1/3/2009 alle 22:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

sfoglia     febbraio        aprile

      

 
 


NOW ONLINE

hit counters



.......LIBER ENDORSES..........
Obama (
*)
Zapatero (
*)
Veltroni (
*)
Fracasso (*)

............LIBERLIST................

Inizia la collaborazione con il mensile Corriere Vicentino per la rubrica Liberlist.
03/08 (*) - 04/08 (*) - 05/08 (*) - 06/08 (*) - 07/08 (*) - 09/08 (*) - 10/08 (*) - 11/08 (*) - 12/08 (*)




............DISSENSI.................
La quinta, nuovissa edizione inizia il 28 febbraio 2009. Il tema di quest'anno è: Razza Bastarda. Il blog con tutti gli aggiornamenti sul tema e gli eventi in cartellone è
qui.


..........LIBER MUSIC..............
Madonna Live in Paris 21.09.08 (*)
Coldplay Live in Milan 30.09.09 (*)


....LIBER RECOMMENDS........


null (*)

La Jolanda furiosa (*)

Finale aperto. Vita scritta da se stesso  (*)

Day & Age (*)

Alla mia età (*)

P.S. I love you (*)

....CHANGE THE WORLD........
Green Life: Live Earth (
*)
Aids: Staying Alive (
*)
Millenium Campaign: End Poverty 2015 (
*), Mtv No Excuse 2015 (*)
Praying for Burma: Aung Suu Kyi (
*), Burma Campaign (*)
Diritti umani: Amnesty International (
*)